IBIZA. L’isola vista con i miei occhi

Come primo post, non potevo che parlarvi dell’isola dove ho passato la maggior parte della mia estate: Ibiza.

Non aspettatevi racconti di serate, locali, discoteche, feste; io ve la racconto come l’isola della pace e della tranquillità.

si, perché Ibiza è anche questo.

La prima volta che ho portato Brando, aveva appena 2 mesi, e devo dire che siamo stati benissimo.

I tramonti che ti offre quell’isola sono unici. I colori del cielo pure, di un azzurro che fa quasi male agli occhi.

In tanti mi avete chiesto consigli su dove alloggiare, come spostarvi, mete da vedere, mi avete chiesto come si sta con un bimbo nell’isola. Ed eccomi qui a raccontarvi.

Premetto che andiamo così spesso nell’isola perché mio marito lavora li tutte le settimane, quindi una volta al mese, ci siamo concessi 10 giorni anche io e Brando.

    1. Inizio nel dirvi che se pensate di svegliarvi alle 8 di mattina e andare a farvi una passeggiata, troverete il deserto più totale, tipo il film ‘’The walking dead’’. L’isola si attiva più tardi del normale. i negozi aprono alle 10 e chiudono alle 13, mentre il pomeriggio aprono alle 17 e chiudono tardissimo, alcuni anche alle 2 di notte.
    2. Uno dei miei posti preferiti dove fare colazione è il Croissant Show (plaça de la Constitutiò). Credo che chiunque è stato a Ibiza non si sia risparmiato una colazione li.
    3. Una spiaggia che adoro particolarmente per la tranquillità è El Chiringuito (playa Es Cavallet), non tanto per l’acqua, che è piena di alghe che non si possono toccare perché area protetta, ma per la cortesia e gentilezza del personale. e poi li Brando sta benissimo. La spiaggia, e qui vi parlo di acque limpide e azzurre, più bella si chiama Cala Comte, l’acqua è di un trasparente impressionante. e anche li, ci dovete andare. poi ha un ristorante dove si mangia proprio come piace a me, panini noti, patatine fritte, hot dog (how che fame).
    4. Un posto spettacolare per vedere il tramonto, e poco conosciuto dai turisti, è La Torre (Carrer Major). Uno spettacolo puro, accompagnato da una  musica da brivido che saluta il Sole. Li ci dovete proprio andare, e d’obbligo. E’ un posto totalmente diverso da Cafè Del Mar (non che sia brutto, ma ormai omologato per il turismo).
    5. per portare Brando a passeggio la sera, ci spostiamo a piedi verso il porto (Marina Botafoch), e li, impossibile non nominare il ristorante sushi brasiliano che ha conquistato il mio cuore, Temakinho. Un posticino stupendo, ci andiamo praticamente sempre.
    6. un altro posto magico da vedere assolutamente è Es Vedrà, un’isola minore che si trova a circa 2 km da Ibiza. L’isola è circondata da sempre da un alone di mistero e di superstizione. La leggenda dice che si tratti addirittura dei resti dell’ Atlantide o dell’Isola delle sirene. Se provassimo a guardare l’isola dal satellite, la vedremmo oscurata ( come la Casa Bianca o il Pentagono) e pare che essa sia luogo di misteriosi avvenimenti inspiegabili, che, va be, credici o no, secondo me qualcosa di strano c’è. Oltre a tutto ciò, mi sento di consigliarvi di andare ‘’a naso’’, perché quell’isola riserva dei posticini veramente stupendi e unici. Per gli spostamenti, noi noleggiamo sempre la macchina, più comodo per Brando. Ma per risparmiare basta uno scooter e via. E’ ancora più bello.

 

Vi lascio con alcune foto che ho scattato.

image-25 image-24 image-23 image-22 image-21 image-20 image-30 image-29 image-28 image-27 image-26